E se fare il backup fosse facile?

Quanto costa un sito web?
Quanto costa un sito – i siti da 300€
8 settembre 2015
è arrivato windows 10
Aggiornare a Windows 10 o no?
15 settembre 2015
Mostra tutto

E se fare il backup fosse facile?

fare il backup

Ed ecco che la nuova rubrica “Chiedilo a Nadia” prende il via. Iniziamo con un terzetto di domande che mi arrivano da Fulvia e Mariarosa e che riguardano il famigerato BACKUP

Se devo aggiornare il sistema operativo conviene fare il backup dei dati?

Se si: come si fa? Che tipo di supporto è consigliato?

Come si fa a fare il backup del disco fisso?

 

La risposta alla prima domanda è “Decisamente Sì!”

Prima di fare degli aggiornamenti importanti al proprio computer è sempre bene fare il backup dei dati.

Backup che andrebbe fatto anche prima di caricare nuovi programmi ed in generale ogni volta che ci accingiamo a fare una qualche “operazione particolare” che non padroneggiamo e che potrebbe mettere a rischio il sistema e quindi i dati.

Ma ti dirò di più: il backup dei dati in realtà andrebbe fatto con la stessa regolarità con cui facciamo le pulizie di casa ovvero, immaginando un uso del computer medio, almeno una volta alla settimana.

Questo perchè i nostri dati sono la cosa più preziosa che abbiamo nel computer o nel tablet o nello smartphone. I nostri dati (foto, indirizzi, documenti, mail…) sono ciò che se va perso …è definitivamente perso!

Certo indirizzi e numeri di telefono possiamo sempre recuperarli di nuovo, ma hai presente cosa vuol dire trovarti d’improvviso senza tutti i tuoi numeri di telefono o indirizzi mail?

E il tempo che ti ci vorrà per ricostruire tutta la rubrica?

Quanto a foto e documenti invece… beh quelli, se stavano solo sul tuo tecno-aggeggio e lui s’è rotto… ciao, ciao!

Perchè il punto è che questi tecno-aggeggi hanno un difetto che li accomuna tutti quanti: vanno soggetti a usura, rotture, malfunzionamenti, furti e, nel caso di telefoni e tablet, anche ad imprevisti tuffi in mare o voli da un dirupo!

Perchè le persone non fanno il Backup?

Bella domanda. Me la faccio anch’io spesso e alla fine sono arrivata a concludere che il problema stia nella proprio nella parola backup.

Backup …becapp …suona come una parola di quelle con cui si riempivano la bocca quelli del CED o EDP, insomma i tecnici del computer in azienda; sai quelle parole da adepti che fanno presagire manovre tanto complesse quanto oscure e pericolose da cui tenersi alla larga…

La realtà però è molto diversa!

Backup (riserva, supporto) – duplicazione dei dati per garantire una copia di riserva – sistema di riserva che entra in funzione in caso di guasto del sistema principale
(garzanti linguistica)

Certo se tu fossi il tecnico informatico di una grande azienda dovresti interfacciarti con sistemi di backup complessi.

  • Ma tu sei Fulvia che vuole semplicemente essere sicura di non perdere le sua amate foto.
  • Sei Mariarosa che lavora da casa e vuole essere certa di non perdere i file delle traduzioni che sta facendo.
  • Sei una delle tante donne che hanno affidato ad un tecno-aggeggio informazioni preziose di lavoro o personali che siano.

Quindi cancella dalla tua mente la parola Backup e sostituiscila con una mooolto più semplice e familiare: copia di sicurezza.

E come faccio a fare una copia di sicurezza dei miei dati?

  • Ti compri un hard-disk esterno …sai quello scatolotto nero che l’amico “sempre sul pezzo” tira fuori dalla tasca della giacca quando viene a farti vedere le sue 2300 foto delle vacanze?! Ecco quello, magari anche più piccolo!
  • Oppure, se i tuoi dati sono pochi e di poco peso, ti compri una bella chiavetta USB da qualche GigaByte, che ormai trovi anche al supermercato.
  • Attacchi l’hard disk o la chiavetta alla porta USB del computer
  • E ci copi tutti i tuoi file (documenti, foto, rubrica, etc.)

Sembra troppo semplice?

Guarda in realtà la puoi fare ancora più semplice! E per questo basta scaricare da internet un buon programma di “sincronizzazione”.

Quello che uso io si chiama FreeFileSync e mi permette di avere sempre il PC sincronizzato con il disco esterno e viceversa.
(qui trovi un video tutorial che ti mostra come funziona)

La prima volta ci ho investito un quarto d’ora per impostarlo bene e da allora, una volta a settimana (od ogni volta che carico nel PC dati importanti) con uno ed un solo clic fa tutto lui.

Forte no!?

 

Ma così salvo anche la posta, le rubriche e i preferiti?

Sì se sai come farlo.

I file che contengono i tuoi siti preferiti, la rubrica e i messaggi di posta sono “backuppabili” ma devi sapere come “esportare” contatti e preferiti e dove si trova il MegaFile dei messaggi di posta.

Se però la tua posta è su un server esterno (gmail, yahoo, tuosito.it…) come oggi accade quasi sempre, ti conviene usare la procedura di backup per email e contatti consigliata dal tuo servizio di posta …che è diversa per ogni provider e quindi qui ora non riesco a darti ulteriori indicazioni.

Per i preferiti invece, se non usi un servizio di sincronizzazione online, ti basta andare nella “gestione preferiti” del tuo Browser e dirgli “esporta preferiti” salvando il file che verrà creato nella cartella documenti (che è una di quelle di cui farai il backup)

E se metto tutto nel Colud?

Ottimo! Se sei abbonata ad un servizio di “Cloud Storage” di buon livello e ben protetto, puoi usarlo sia come archivio dati principale che come archivio di backup.

In genere poi questo tipo di servizi ti permettono anche di copiare i dati nel Cloud o di sincronizzare Cloud e PC/Tablet/Smartphone in automatico.

Quello che però consiglio sempre e comunque è di non affidare tutti i propri file solo al cloud perchè se, come spesso capita, un giorno la tua connessione internet non funziona per quel giorno ti tocca prenderti una vacanza forzata!

E tu come sei messa con i backup?

Li fai?

Ti creano problemi?

Hai trovato dei programmi con cui ti trovi in bene?

Raccontaci!

Se ti è piaciuto dillo in giro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.