Aggiornare a Windows 10 o no?

fare il backup
E se fare il backup fosse facile?
11 settembre 2015
computer invaso da malware
Come pulire il Computer dalle schifezze?
18 settembre 2015
Mostra tutto

Aggiornare a Windows 10 o no?

è arrivato windows 10

 

Il 29 luglio 2015 Microsoft ha ufficialmente rilasciato la sua nuova creatura: Windows 10

Creatura di cui si parla moltissimo in giro per la rete perchè questo nuovo sistema operativo ha una caratteristica speciale che nessun sistema Microsoft ha mai avuto: è GRATUITO

Gratuito e disponibile attraverso Windows Update per tutti quelli che hanno un PC con installato un Windows nelle versioni 7, 8 e 8.1 …quindi:

  • se usi Windows,
  • se hai Windows Seven o 8 o 8.1,
  • se hai il PC impostato in modo che esegua gli aggiornamenti di Windows e
  • se il tuo PC è aggiornato

…allora in basso a destra, sulla barra di stato, vicino all’orologio, ti sarà apparsa già da un po’ di tempo l’iconcina di Windows. Iconcina che, se cliccata, apre una finestrella in cui Billy ti invita a prenotare e poi installare la tua copia di Windows 10.

Bello bello, un nuovo sistema operativo, più moderno, più friendly, più più più …e per di più gratis! Dov’è la fregatura?

Perchè noi italiani davanti a certo tipo di “gratis” non possiamo fare a meno di chiedercene il perchè.

 

La Fregatura della Privacy

La “fregatura” secondo i più (la rete è piena zeppa di articoli a riguardo) è che Microsoft sta facendo con questa versione di Windows il giochino:

ti do il programma a zero euro e tu mi paghi il disturbo fornendomi informazioni sul tuo modo di vivere (online e non) che per me hanno molto più valore dei pochi spicci di valore del programma.

Io questa cosa la guarderei con un po’ più di serenità!

Intanto perchè se installi e configuri tutto con un po’ di pazienza e cautela, ovvero leggendo tutto bene ed evitando di cliccare sempre e solo “Sì, fai tu come preferisci”, riesci comunque ad avere il nuovo Sistema Operativo senza regalare a Microsoft ed amici chissà quali dati.

E poi tieni presente che metà degli articoli scritti, o per meglio dire copiaincollati, sull’onda della “teoria del grande complotto” sono pubblicati da persone che hanno il phonecoso pieno di APP, magri inutili, che fanno esattamente lo stesso il giochino di cui sopra

Per cui o ti ritiri nella tua caverna e non usi niente oppure cerchi con tutta serenità di ridurre al minimo il modo in qui questi programmi possono accedere alla tua privacy.

 

La Fregatura del “Non Funziona”

Quello di cui mi occuperei di più, invece, è capire se questo sistema funziona sì o no e se è il caso di aggiornare sì o no!

Per farlo, il modo migliore sembra essere: “cercare informazioni e pareri in internet“.

Naviga qui e leggi là, quello che è chiaro e su cui siamo tutti d’accordo è che, come al solito, Microsoft ha dichiarato “pronto all’uso” un sistema operativo che non lo è affatto!

E questo si capisce dal fatto che tra il 29 luglio ed oggi sono stati già rilasciati una serie di corposi aggiornamenti al nuovo sistema che odorano tanto di “stiamo poco alla volta rattoppando dei buchi pazzeschi di cui non ci eravamo accorti” e questo sia a livello di sicurezza che di usabilità.

Per il resto ad oggi in Internet troviamo molti articoli in cui si parla abbastanza bene di Windows 10 e molti articoli in cui se ne parla molto male.

In coda a questi articoli troviamo centinaia di commenti che si muovono allo stesso modo: qualcuno è abbastanza contento di aver aggiornato, moltissimi non lo sono affatto.

E per rendere tutto più complesso molti tra gli articoli e i commenti motivano il loro punto di vista con spiegazioni ben poco comprensibili ai non addetti ai lavori.

 

Quindi che faccio? Aggiorno a Windows 10 o no?

A mio parere: anche no!

Il che non è un “per sempre”, né un “vade retro” bensì un semplice “Aspetta”.

Per fare questo aggiornamento gratuitamente hai tempo un intero anno, cioè fino al 28 luglio del 2016.

Ad oggi il sistema sembra essere tutt’altro che stabile e ben funzionante e, soprattutto, i tecnici per primi stanno ancora cercando di capire come funziona e come riparare i danni causati da un aggiornamento venuto male.

Per cui il mio spassionato consiglio è “non avere fretta e lascia che facciano da cavia gli altri“. Il mondo infatti è pieno di grandi e piccoli Nerd che hanno già aggiornato il loro sistema e che hanno le conoscenze per risolvere i problemi che stanno incontrando.

Lasciamo lavorare i nerd; lasciamo che i vari produttori che ruotano attorno a Microsoft aggiornino i loro sistemi; lasciamo che i tecno blogger ci raccontino come risolvere tutti i vari pasticci che si possono incontrare e che i tecnici (quelli dei negozi aggiusta PC) si attrezzino per far fronte ad ogni evenienza.

E a quel punto se ci andrà di farlo, aggiorneremo il nostro PC a Windows 10 …o meglio ancora daremo il PC al nostro tecnico di fiducia e faremo fare a lui/lei

Se ti è piaciuto dillo in giro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.