Chi vede i tuoi post su Facebook? – L’algoritmo che decide

chi ti può taggare
Chi ti può Taggare in Facebook?
12 aprile 2017
Le Liste di Facebook
Chi vede i tuoi post su Facebook? Le Liste
10 maggio 2017
Mostra tutto

Chi vede i tuoi post su Facebook? – L’algoritmo che decide

chi legge i tuoi post facebook

Chi vede i post che pubblichi sulla tua bacheca Facebook è una domanda che apre due diverse discussioni e a cui rispondo quindi in 2 diversi articoli.

Oggi voglio parlarti di quella leggenda metropolitana che nessuno ha mai raccontato ma che tuttavia sta nella testa di molte persone e che suona così:

Se lo metto su Facebook lo vedono tutti.

Ecco! Niente di più falso.

Non saprei dirti se all’origine di questo credo ci sia la sindrome da Grande Fratello o un’epidemia di pigrite acuta che ha infettato molte internaute e social media dipendenti, ma il fatto è che c’è davvero un sacco di gente convinta che funzioni così.

E qualcuna ne è convinta al punto che arriva a comunicare notizione tipo ci sposiamo, è nata la creatura, ho trovato lavoro dopo 10 anni da disoccupato, domani festeggio il mio XYZ sei invitato/a…  SOLO con un post su Facebook, e poi si stupisce che metà degli amici che incontra per strada in quei giorni cada dal pero.

Ok sembra una barzelletta ma succede davvero e ho personalmente all’attivo casi di amiche che:

– Come sarebbe che ti sei sposata?! Ma quando??!!??? Non ne sapevo niente!

– Ma Sì dai l’ho scritto su Facebook che ci sposavamo …ho anche creato l’Evento!!!

Ecco. Brava che hai anche creato l’evento! Peccato che nella mia sezione Notifiche arrivino tra i 10 e i 20 inviti al giorno agli eventi più strampalati, che si svolgono nei posti più assurdi e se non guardo FB per 5 giorni di fila, cosa che succede a molte più persone di quanto le social dipendenti credono, il tuo evento neanche lo vedo apparire.

Questo dell’invito a nozze via Facebook, per quanto reale, è un caso estremo lo so bene, ma l’ho scelto volutamente per sottolineare proprio a quali estremi può farti arrivare la convinzione che “se lo metto in FB lo vedono tutti”

 

Ma se non lo vedono tutti chi vede quello che pubblico?

A decidere quante e quali persone della tua raccolta di figurine vedranno il tuo post di oggi è Mr Algoritmo, ovvero un insieme di istruzioni inserite in Facebook create apposta per mostrarti solo una selezione del tutto.

Il senso dell’algoritmo è che se nella tua Home apparissero ogni giorno tutti i post di tutti i tuoi collegamenti avresti così tante cose da leggere e guardare che il giorno intero potrebbe non bastarti.

Davvero pensaci… hai nella tua raccolta 150 figurine, qualcuno pubblica un post al giorno qualcuno 6, quindi diciamo che ogni figurina pubblica 2 post al giorno che moltiplicato 150 fa 300 post al giorno.

Per leggere un post tra tutto ti va via almeno 1 minuto se il post è breve molto di più se è un video, o una gif animata o un testo formato lenzuolo. Ed ecco che siam già a minimo 300 minuti, cioè 5 ore.

Ce le hai 5 ore della tua giornata per leggere robe su Facebook? Mi sa che no!

E nota che ho fatto un conto veloce basato su sole 150 figurine. Pensa che c’è gente (magari tu stessa) che in raccolta ne ha più di mille!

Se poi consideri che gran parte delle cose che pubblicano i tuoi amici per te non sono affatto interessanti, ecco che dopo tre giorni di noia mortale e zero valore aggiunto ti disiscrivi da Facebook per non tornarci mai più. E Zucky questo lo sa e non vuole che tu ti disiscriva.

Per cui ha fatto creare Mr Algoritmo e lo ha addestrato per far si che ogni giorno ti mostri solo una piccola percentuale di selezionati contenuti per te interessanti e coinvolgenti.

La percentuale cambia a seconda di con che piede si è alzato Zucky quella mattina, quindi non sto nemmeno a scriverla, ma ti assicuro che è ben lontana dal 100%

Il modo in cui viene selezionato cosa farti vedere, quindi quali amici e quali tra i loro contenuti, si basa:

  • in parte sulle tue interazioni con le persone nella tua raccolta,
  • in parte sui tuoi interessi (su cosa stai di più e su cosa clicchi)
  • e in buona parte su cosa ha fumato l’algoritmo la notte precedente, verrebbe da pensare visti certi risultati, ma di questo ne parliamo un’altra volta 😉

 

Morale di questa favola

Usi il tuo Profilo Facebook solo per la tua vita privata?

Ricorda che il “Tutti in un colpo solo” non funziona! Per essere sicura di far sapere una cosa importante a tutte le persone che vuoi la sappiano gliela devi raccontare per altri canali  – messaggio privato, sms, mail, telefono, birretta…

 

Usi il tuo Profilo FB per promuovere il tuo lavoro?

Ok, condividi i post del blog (perché ce l’hai il blog vero?!) e gli eventi che organizzi in Facebook che va benissimo.

Ma manda anche a tutti i contatti della mailing list una bella mail con cui annunci il nuovo post o il nuovo evento, che funziona molto meglio.

Non tutti i tuoi contatti leggeranno la mail certo. Ma almeno sei sicura di aver raggiunto tutti quelli che volevi raggiungere e, soprattutto, sei sicura che chi è davvero interessato al tuo lavoro non si perda una cosa importante solo perché per qualche giorno non ha aperto Facebook o perché in quella settimana Mr Algoritmo non ti ha messo sul suo Roll.

 

Ed ora a te la parola.

  • I post che vedi nella tua Home di Facebook sono in linea con i tuoi gusti ed interessi?
  • Vedi le cose delle persone con cui sei più in contatto o vedi post a caso?

Parliamone qui sotto nei commenti.

Settimana prossima ci sarà l’ultima puntata di questo primo giro in Facebook – ti parlerò di cosa sono le Liste e di come possono aiutarti a fregare l’algoritmo 🙂

Se ti è piaciuto dillo in giro!

1 Comment

  1. Monica Moro ha detto:

    Sono anni che combatto con Mr. Algoritmo, e confesso che ogni tanto anch’io mi domando cosa si è fumato la sera precedente…. 🙂
    Per fortuna che le tue parole sono capaci di rendere più leggero tutto questo. Grazie…
    Qualche consiglio per far lievitare la mailing list che sia sensato in Italia. Ne ho letto e studiato un tot ma confesso che tuta una serie di strategie le vedo poco applicabili nel nostro paese e soprattutto contenendo l’investimento necessario… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *