Ma l’Antivirus serve anche per il Tablet?!

Creare un sito il tempo e i soldi
Ho deciso! Mi faccio il Blog!
11 Giugno 2014
Catena di Sant Antonio
Sant’Antonio, le mail e Facebook!
17 Giugno 2014
Mostra tutto

Ma l’Antivirus serve anche per il Tablet?!

antivirus per tablet

Qualche tempo fa un’amica neo-tablettata mi ha chiesto a bruciapelo: “Ma poi su questi affari serve mettere un antivirus?”

Presa alla sprovvista le ho risposto: beh! è sempre meglio ma non sembra sia necessario!”

Risposta data di getto sulla memoria di cose lette ancora quasi un anno fa, quando io stessa ero nella fase “che faccio me lo compro sto tablet o no?”

Ma un anno, per questo mondo, è un periodo lunghissimo …quasi quanto un’era geologica! E poi quel “non serve – è solo spreco di spazio e risorse” non mi aveva convinto molto già allora.

Così ho preso la palla al balzo e sono andata a farmi un giro d’approfondimento.

E come classico di questi tempi la rete mi presenta un cospicuo numero di articoli PRO antivirus e più o meno altrettanti CONTRO antivirus sul Tablet.

Antivirus NO

Ciò che fa dire ai più “No! Non serve!” è il fatto che la maggior parte delle APP le scarichiamo attraverso “canali protetti” come il PlayStore di Google per i sistemi Android e l’AppleStore per i MAC (iPad)

Questi sistemi si pongono quali “certificatori” non permettendo alle APP infette o sospette tali di entrare nei loro repository

Antivirus Sì

Ciò non toglie che non tutte le APP le troviamo all’interno degli AppStore e per di più è già successo e più di una volta che APP infette ed infettanti siano riuscite a superare i controlli ad esempio del PlayStore di Google, insediandosi in molti (decine di migliaia) tablet e smartphone.

Ma cosa fa una APP infetta?

Considerando che la maggior parte dei Tablet o Smartphone sono costantemente collegati alla rete e che in genere chi usa un oggetto di questo tipo tende a lasciare tutte le porte aperte (user e password memorizzati in ogni account!), le infezioni più diffuse sono:

  • la cattura di user e password (per poi usare i tuoi account FB, G+, Mail etc per fare spam o peggio!)
  • la cattura della tua rubrica (mail o telefoni) per poi fare spam via mail o sms o peggio iscriverti a tua insaputa (telefono) a qualche strano numero a pagamento!
  • la cattura dei dati dei tuoi account o delle tue liste di contatti per rivenderli
  • la cattura delle tue “conversazioni” con whatsapp o simili

Inutile dire che l’APP infetta non si presenta come tale!

Anzi in genere il virus è ben nascosto sotto qualcosa di molto allettante tipo un giochino sulla farsariga di quelli che van per la maggiore in questo periodo, piuttosto che un visualizzatore di video hard.

Un esempio pratico che rubo parola per parola dal sito di Paolo Attivissimo, è quello che vede protagonista un giochino molto in voga nel 2012:

« Balloon Pop 2, una app di gioco per Android era distribuita tramite il Play Store, superando quindi i controlli del sito di distribuzione standard per Android. Ma è stato scoperto che rubava di nascosto le conversazioni private fatte tramite WhatsApp e le metteva in vendita via Internet. »

Certo meno APP scarichi e meno sei esposta a rischi. E più scarichi “con cura”, ovvero leggendo bene cosa fa l’APP e cosa ne dicono le recensioni, meglio è.

Però, checchenedica qualcuno che non installa l’antivirus perchè lo ritiene uno “spreco di memoria e prestazioni” io dico:

mettiti un bell’antivirus sul tablet/smartphone, magari di quelli gratuiti ma buoni (Avast, AVG, Lookout, Kaspersky, Sophos) che per di più in genere ti offrono anche la protezione “antifurto” o il backup o la cancellazione dei dati da remoto in caso di smarrimento o furto… e goditi le tue APP in santa pace!

 

Se ti è piaciuto dillo in giro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.